Dal momento della creazione di criptovalute, c’è stata qualche polemica intorno all’investimento in Bitcoin. Per tutto il 2014 una grande quantità di investimenti in venture capital sono stati fatti in imprese associate a Bitcoin. Contemporaneamente, con l’oscillazione dei prezzi di questa moneta digitale gli investitori Bitcoin si sono trovati con poco spazio in caso di frodi e furti, soprattutto dopo la caduta della Borsa di Bitcoin Mt. Gox.

Tuttavia, secondo numerosi specialisti provenienti da diversi fondi di investimento in Bitcoin, questa  moneta virtuale è  l’investimento attuale a più alto rischio e alto rendimento. Gli esperti ritengono che  Bitcoin possa diventare la valuta globale, un istema di pagamento mondiale, il network  universale di trasferimento del denaro ed un assoluto determinante del valore, oppure no.

L’investimento in Bitcoin che coinvolge l’acquisto e l’accaparramento è molto diverso dall’investimento standard in una società capitalistica. Bitcoin in se stesso  incarna semplicemente un potenziale, piuttosto che una strategia aziendale e il consiglio di amministrazione di unas ocietà. Da questo viene il rischio e la vulnerabilità. Come qualsiasi altro investimento, investire in Bitcoin richiede conoscenze ed  abilità. Gli investitori devono seguire la regola principale – non investire ciò che non puoi permetterti di perdere.

Le statistiche di CoinDesk dimostrano che all’inizio del 2013 il prezzo del Bitcoin era di circa 13 dollari e allo stesso tempo l’anno successivo veniva stimato $ 700. Mark T. Williams, un esperto del  sistema bancario e della gestione del rischio e professore presso la Boston University School of Management, dice che Bitcoin è 7 volte più rischioso dell’oro, 8 volte più rischioso rispetto a S&P 500 (Standard & Poor 500, un indice di borsa basato sulla capitalizzazione di mercato di 500 grandi imprese) e 15 volte più rischioso delle valute normali.

Anche se, alcuni investitori si sentono a disagio con la natura puramente virtuale di Bitcoin, il suo maggiore punto di forza – il decentramento – fa appello a molti, che hanno incontrato governi infuriati  che cercano di controllare le valute. Il movimento di Bitcoin non può essere limitato rendendolo cosi’ potente e altamente potenziale. Naturalmente, questo non fa piacere alle autorità governative in diversi paesi, soprattutto gli Stati Uniti. Diversi avvisi sono stati fatti nel 2013 dal US Securities and Exchange Commission (SEC), la Financial Industry Regulatory Authority (FINRA), e il North American Securities Administrators Association (NASAA). Hanno messo in guardia sui rischi di investire in Bitcoin e altre valute virtuali (Peercoin, Dogecoin, e Minacoin), segnalando schemi piramidali e aggiungendo le valute digitali all’elenco delle prime 10 minacce per gli  investitori. Tuttavia, molti investitori di Wall Street esprimono la loro certezza, eccitazione e comfort con le prospettive di rischio legate ai Bitcoin.

Attualmente, quando si tratta di investimenti in Bitcoin, la comunità delle criptovalute fa affidamento ad una serie di Borse di Bitcoin che hanno dimostrato la loro affidabilità e mantengono una buona reputazione tramite un servizio di qualità, una sicurezza di alto livello e un nuon supporto disponibile. CEX.IO, BitStamp, CoinBasee altri sono sicuramente tra di loro.

Il tempo ci dirà se l’investimento in Bitcoin è un rifugio sicuro o una roulette russa, ma noi abbiamo fiducia nelle criptovalute, non e’ vero?